Non sei registrato? Password dimenticata?


 

a cura di Simonetta Teucci

"Vincasi per fortuna o per ingegno"

Il gioco dazzardo nella letteratura

Collana: Incroci e percorsi di lingue e letterature

Edizione: 2019, pp. 244
ISBN/ISSN: 978-88-6194-432-9

Prezzo: € 22.00

Disponibilità immediata

   

 


Il libro

Nessun uomo è esente dalla febbre del gioco d’azzardo, che si insinua sottilmente e poi irrompe con una forza inarrestabile. Dal gioco medievale della zara alla moderna roulette e al poker, l’azzardo ha colpito e colpisce uomini d’ogni estrazione e tempo.
L’antologia intende offrire uno spaccato, non esaustivo, di come l’uomo si è avvicinato al gioco d’azzardo in epoche e culture diverse. Da Boncompagno da Signa a Rabelais, da Goldoni a Parini a Ian Fleming, l’ideatore dell’agente segreto 007, nella prosa, nel teatro e nella poesia moltissimi scrittori si sono cimentati con questo tema, disegnando le varie sfaccettature del giocatore e del suo vizio. Alcuni, come Dostoevskij o Landolfi, sono stati accaniti giocatori loro stessi e hanno potuto maturare una visione “dall’interno” della febbre del gioco.
Ogni brano prescelto è introdotto da un cappello che delinea le coordinate storico-culturali dell’opera da cui è tratto, ed è corredato di note a piè di pagina che spiegano, soprattutto per i testi più antichi, termini ed espressioni arcaiche o comunque di uso non comune.

 

Il curatore

Simonetta Teucci, autrice di numerosi articoli su riviste specializzate, ha insegnato nel liceo classico, è stata supervisore di tirocinio nella Scuola di Specializzazione per l’Insegnamento secondario Toscana ed è cultore della materia per Letteratura italiana presso l’Università di Siena. Ha pubblicato Identità/Alterità a Roma (Pisa 2007), Un antico legame. Letteratura, sport e società (Roma 2018) e L’infinito potere del denaro (Roma 2019).


Al momento, non risultano presentazioni in programma

Al momento, non risultano recensioni.

Al momento, non risultano recensioni dei lettori.

Che pensi di questo libro? Spiegalo ai lettori. Fallo sapere all'autore.

Nome

Email