Non sei registrato? Password dimenticata?


 

a cura di Daniela Dato

La sfida dell'inclusione

Competenze e formazione nella scuola dellinfanzia

Collana: Pedagogie

Edizione: 2014, pp. 208
ISBN/ISSN: 978-88-6194-213-4

Prezzo: € 20.00

 


Il libro

La sfida dell'inclusione, in una società in continuo cambiamento, investe nella sua totalità il sistema formativo. A questo spetta l’impegnativo compito di accompagnare il soggetto sin dai primi anni di vita, orientandolo e guidandolo nella complessità del reale, sostenendo e favorendo l’esercizio di competenze alfabetiche di base ma, anche e soprattutto, di empowerment, resilienza, capacitazione, comunicazione e inclusione. Per realizzare tali azioni pedagogiche occorre una intenzionalità e progettualità formativa che passa, in primo luogo, per una formazione iniziale e in itinere degli stessi docenti e degli operatori che lavorano nella scuola pre-primaria (nido e scuola dell’infanzia).
A partire da tali presupposti, il volume offre spunti di riflessione per una pedagogia del lavoro che ha a cuore le epistemologie professionali degli operatori della formazione, i quali, oggi più che mai, si presentano come “professionalità in movimento” in una nuova combinazione di competenze “tradizionali” e competenze “emergenti”.
Nello specifico, il volume orienta il suo focus sulle competenze delle professioni educative che operano nella scuola pre-primaria in quanto primo spazio privilegiato di promozione di capacità umane e competenze democratiche e inclusive, luogo di costruzione di alfabeti disciplinari, multidisciplinari e interdisciplinari orientati a educare i bambini a “saper-stare” nel mondo. Il riferimento alla sfida dell’inclusione è, evidentemente, non solo e tanto legato al tema-problema più specifico dell’integrazione del bambino diversamente abile o con bisogni educativi speciali, ma si configura piuttosto come riferimento a un “meta-processo” che diventa comun denominatore per la costruzione di comunità democratiche e per lo sviluppo di cittadini e cittadine responsabili e solidali. Ad una prima parte teorica di lettura di contesto e di prospettiva pedagogica segue una seconda parte dedicata alle pratiche didattiche che favoriscono lo sviluppo e l’esercizio di tali competenze.


Gli altri autori: Giuseppe Annacontini, Severo Cardone, Rossella Caso, Barbara De Serio, Marina De Nicolò, Anna Dipace, Manuela Ladogana, Isabella Loiodice.

 

Il curatore

Daniela Dato è ricercatrice di Pedagogia generale e sociale presso il Dipartimento di Studi Umanistici dell’Università degli Studi di Foggia dove insegna Pedagogia del lavoro. Negli ultimi anni sta approfondendo temi e problemi delle epistemologie professionali e della formazione nei contesti organizzativi con uno sguardo particolare per gli asset intangibili e le competenze professionali tra tradizione ed innovazione. Ha pubblicato numerosi volumi, saggi e articoli, tra i quali ricordiamo La scuola delle emozioni (2004), Pedagogia del lavoro intangibile. Problemi, persone, progetti (2009). Per i nostri tipi, tra gli altri, ha pubblicato con Anna Grazia Lopez e Barbara De Serio La formazione al femminile. Itinerari storico-pedagogici (2009) e ha collaborato al collettaneo Orientamenti. Teorie e pratiche per la formazione permanente (2011). Ha altresì collaborato a numerosi altri collettanei tra i quali si segnala sui temi dell'inclusione Noi Pubblica...mente (2013).

 

Altri titoli di Daniela Dato editi da Progedit:

 


Al momento, non risultano presentazioni in programma

Al momento, non risultano recensioni dei lettori.

Che pensi di questo libro? Spiegalo ai lettori. Fallo sapere all'autore.

Nome

Email