Non sei registrato? Password dimenticata?


 

a cura di Saverio Pansini

Vescovi, marchesi e patrioti

Storia della famiglia Nicolai

Collana: Itinerari

Argomenti: Puglia, Geografia e Territorio, Storia

Edizione: 2007, pp. 192, pp.16 a colori
ISBN/ISSN: 978-88-6194-004-8

Prezzo: € 25.00

 


Il libro

L'esemplare storia di una famiglia del Mezzogiorno, i Nicolai, che ha dato al paese una genia di uomini illuminati, marchesi, vescovi, letterati e patrioti, ben inseriti nell'intellighenzia del Regno delle Due Sicilie, prima, e, poi, in quella che combatterà per il nuovo Stato italiano. I Nicolai furono feudatari residenti, ovvero fecero dei propri possedimenti la loro dimora mostrando, per la città di Canneto (parte dell'attuale Adelfia, in provincia di Bari), un particolare interesse: Carlo Nicolai acquistò il feudo nel 1719 da Giovan Giuseppe Gironda ottenendone anche il titolo di marchese e trasferendosi, quindi, con tutta la sua famiglia. I Nicolai mantennero il possesso del feudo di Canneto sino al 1842, ovvero sino a quando il quinto marchese, Domenico Nicolai, patriota e deputato al Parlamento napoletano, morirà in esilio a Marsiglia senza eredi diretti. Una storia, quindi, tutta locale che si è consumata esclusivamente all'interno delle mura di un piccolo borgo? Dall'analisi sembra proprio di no. Per gli esponenti di questa famiglia, Canneto è stata una vera e propria patria, un luogo ove risiedere e tramandare la loro memoria attraverso le sepolture della famiglia, facendo della chiesa di S. Maria della Stella uno dei più interessanti complessi funerari della regione. Le tematiche proposte dal volume hanno coinvolto studiosi di diverse e prestigiose istituzioni culturali al fine di tracciare i complessi rapporti intercorsi tra le nobili famiglie feudatarie e i loro possedimenti meridionali. Dall'analisi della storia della famiglia Nicolai esce un complesso affresco nel quale i privilegi feudali si alternano a un profondo amore per una terra sentita come luogo delle proprie radici e, quindi, degna di godere di tutte le attenzioni.

 

Il curatore

Saverio Pansini, insegna Museologia presso l'Università di Bari, corso di laurea in Scienze dei Beni Culturali. Ha svolto attività di consulenza presso numerosi musei italiani collaborando all'organizzazione delle raccolte e alla redazione dei cataloghi delle collezioni. Si è occupato di storia della ceramica pugliese, di didattica museale, della storia e delle funzioni del museo. Collabora con diverse riviste tra cui "Faenza", "Azulejos", "Arte Cristiana", "Nuova Museologia". Ha partecipato alla realizzazione del manuale Arte in Campo (Laterza, 2003), ha scritto i volumi Museo e Territorio (Progedit, 2004), Il Museo che non c'è (Graphis, 2005).

 

Altri titoli di Saverio Pansini editi da Progedit:

 


Al momento, non risultano presentazioni in programma

Al momento, non risultano recensioni.

Al momento, non risultano recensioni dei lettori.

Che pensi di questo libro? Spiegalo ai lettori. Fallo sapere all'autore.

Nome

Email