Non sei registrato? Password dimenticata?


 

a cura di Antonella Lotti

Apprendere per problemi

Collana: Pedagogie

Edizione: 2007, pp. 224
ISBN/ISSN: 978-88-6194-005-5

Prezzo: € 16.00

Disponibilità immediata

     

 


Il libro

Saggi di G. Cinquepalmi, D. Dato, A. De Santis, B. De Serio, I. Filograsso, I. Loiodice, A. Lopez, A. Lotti, R. Parisi L'apprendimento per problemi (o PBL – come si dice con un acronimo), introdotto alla fine degli anni Sessanta in Canada, è una metodologia che ha spinto il corpo docente a passare da una didattica per trasmissione a una didattica attiva basata per l'appunto su forme di apprendimento in cui lo studente è chiamato a risolvere piccoli problemi in gruppi condotti da tutor sin dal primo mese di corso di laurea. Il docente cambia funzioni e diventa un pianificatore, un facilitatore, un tutor metacognitivo, un esercitatore e un valutatore. Gli studenti sono suddivisi in piccoli gruppi e, condotti dal tutor, imparano per scoperta discutendo problemi presi dalla vita reale, individuando essi stessi gli argomenti di studio emersi dalla discussione e studiando in modo auto-diretto e indipendente. Attraverso la voce dei docenti e degli studenti, questo libro, nella prima parte, illustra la storia e le caratteristiche di questo metodo, sottolinea l'importanza dell'educazione al pensiero critico alla luce dei contributi più attuali di Lipman, evidenzia il ruolo delle emozioni scaturite nei gruppi di apprendimento, definisce il ruolo del tutor, ovvero del docente facilitatore, e descrive il funzionamento dei gruppi di apprendimento. La seconda parte riporta, invece, una sperimentazione didattica realizzata presso il Corso di laurea in Scienze della Formazione continua dell'Università di Foggia, diventata per un mese un laboratorio sull'innovazione didattica universitaria. La sperimentazione ha visto l'introduzione di nuove metodologie formative che dimostrano innegabili vantaggi: interdisciplinarietà, ridotta dispersione scolastica, studenti protagonisti, docenti facilitatori, esami integrati, didattica attraente e stimolante. È la prima volta in Italia che tali metodologie vengono utilizzate in una Facoltà umanistica coinvolgendo così tante discipline.

 

L'autore

Giuseppe Cinquepalmi è dottorando di ricerca e cultore della materia di Metodologia e tecniche del lavoro di gruppo presso l'Università di Foggia. Daniela Dato è ricercatrice di Pedagogia generale e sociale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia, dove insegna Pedagogia del lavoro e dei contesti organizzativi. Annamaria De Santis, neo laureata al Corso di Scienze della Formazione continua della Facoltà di Lettere e Filosofia di Foggia. Barbara De Serio è ricercatrice di Storia della Pedagogia presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia, dove insegna Storia delle istituzioni extrascolastiche. Ilaria Filograsso è ricercatrice presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia, dove insegna Letteratura per l'infanzia. La sua monografia più recente è Polisemia della fiaba (Anicia, 2005). Isabella Loiodice è ordinario di Pedagogia generale e sociale presso l'Università di Foggia, dove insegna Educazione degli adulti. Anna Grazia Lopez è ricercatrice in Pedagogia generale presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia, dove insegna Metodologie e tecniche del lavoro di gruppo. Antonella Lotti è ricercatrice di Didattica presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia ove insegna Didattica Generale. Rosa Parisi è ricercatrice presso la Facoltà di Lettere e Filosofia dell'Università di Foggia, dove insegna Antropologia delle culture del Mediterraneo.


Al momento, non risultano presentazioni in programma

Al momento, non risultano recensioni.

Al momento, non risultano recensioni dei lettori.

Che pensi di questo libro? Spiegalo ai lettori. Fallo sapere all'autore.

Nome

Email